LONDRA POST BREXIT: STIPULARE UN ASSICURAZIONE DI VIAGGIO?

LONDRA POST BREXIT: STIPULARE UN ASSICURAZIONE DI VIAGGIO?

BREXIT: COSA CI ASPETTA?

Stiamo vivendo un momento di grande confusione a causa della Brexit. Ci chiediamo se per andare a Londra servirà il passaporto o se basterà la carta di identità, se la sanità sarà gratuita o meno, se la nostra patente sarò valida per guidare oppure no.

Ad oggi è difficile dare delle risposte certe, soprattutto non sapendo se ci sarà una Brexit con o senza accordo.
Sicuramente munirsi di passaporto è sempre un’ottima decisione, anche se la carta di identità elettronica funziona ugualmente. Questo per quanto riguarda periodi di soggiorno inferiori ai 3 mesi.

COPERTURA SANITARIA

E per quanto la copertura sanitaria nel Regno Unito?
Nel caso Brexit si concretizzasse, le tessere di assicurazione malattia europee registrate nell’UE (ovvero quella che conosciamo come tessere sanitarie) non saranno valide.

L’Unione Europea, parlando della possibilità di Brexit spiega: «I cittadini dell’UE non saranno più in grado di accedere all’assistenza sanitaria nel Regno Unito con la loro tessera europea di assicurazione malattia. 

Ma anche qui è difficile fare previsioni: Quel che è certo è che fino al 31 ottobre (salvo cambiamenti) e per tutto il periodo di transizione (che dovrebbe estendersi fino al 31 dicembre 2020), non è in programma nessun cambiamento per quanto riguarda l’assistenza sanitaria, ma non essendoci accordi scritti è consigliabile sottoscrivere un’assicurazione di viaggio.

ASSICURAZIONE: STIPULARLA OPPURE NO?

Se siamo sempre stati abituati a non stipulare un’assicurazione di viaggio per Londra, dobbiamo iniziare a valutare alcuni punti.
Sicuramente il fattore sanità e salute è il primo.

In caso di necessità, oltre ai costi di un’ospedalizzazione, si aggiungono altri costi accessori come la possibile perdita di un volo di ritorno o un rimpatrio anticipato, un’estensione della permanenza in hotel di un eventuale accompagnatore, spese per il cibo ecc.
Inoltre ci sono alcuni trattamenti che, a prescindere dalla Brexit, sara’ sempre complicato ottenere in maniera gratuita.  Ad esempio il dentista: è tecnicamente un servizio offerto dalla sanità pubblica ma la bassa reperibilità di dentisti fa si che la maggior parte degli Inglesi scelgano di rivolgersi al settore privato.

I costi salgono velocemente.
Un’assicurazione di viaggio copre questo e molto di più.
Ad esempio in caso di perdita di bagagli, cancellazione o ritardo dei voli, furto, sarete coperti.
Londra è una città sicura, sia di giorno che di notte. Ma il centro città è una delle zone a maggior rischio di furti a persona. Potete controllare voi stessi sul sito della polizia londinese. (https://www.police.uk/city-of-london/cp/crime/theft-from-the-person/)

COSTI E BENEFICI DI UN’ASSICURAZIONE: QUALE SCEGLIERE?

Non vogliamo spaventarvi con questo articolo, ma vorremmo fare un quadro chiaro della situazione.
Se preferite viaggiare sicuri e senza pensieri, stipulare un’assicurazione di viaggio è la scelta giusta.
Ma quanto costa un’assicurazione di viaggio per Londra e quale scegliere tra le tante?
Da viaggiatori full time non abbiamo alcun dubbio su quale assicurazione scegliere: World Nomads.

Abbiamo passato al vaglio tutte le maggiori assicurazioni italiane ed il risultato è stato scoraggiante: costi esosi e coperture talvolta insufficienti.

Al momento in cui questo articolo è stato scritto ( Ottobre 2019 ) per un soggiorno di una settimana nel Regno Unito, con una cifra di poco più di 4 Euro al giorno, World Nomads offre una vasta copertura che comprende e non si limita a:
– Copertura illimitata per spese mediche in caso di emergenza
– Trasporto medico e rimpatrio
– Spese per un’accompagnatore
– Dentista
– Furto
– Perdita di bagagli

Per avere un’idea precisa della copertura e dei costi, vi consigliamo di richiedere un preventivo online, che potrete ottenere semplicemente cliccando questo link o usando il widget qui di seguito.

PER CONCLUDERE

Visto i costi ridotti da un lato e le potenziali spese dall’altro, credo che i conti si facciano da soli.
WorldNomad è un’assicurazione sicura, tanto da essere anche consigliata da Lonely Planet.

In caso di problemi hanno un team dedicato che vi aiuterà in caso di emergenza. Se avete problemi con la lingua, potranno assistervi ed indirizzarvi agli enti di competenza.
Vi ricordiamo che un’assicurazione di viaggio non è un’assicurazione sanitaria: certe patologie preesistenti o croniche potrebbero non essere coperte. Consultate il vostro medico prima di partire.

Per rimanere aggiornati sulla questione Brexit, sanità e visti vi rimandiamo a questi due siti:

https://www.visitbritain.com/it/it/programma-il-tuo-viaggio/come-raggiungere-la-gran-bretagna/visti-e-passaporti

Qui potrete controllare i requisiti per entrare nel Regno Unito direttamente dal sito del governo inglese
https://www.gov.uk/visit-uk-holiday-family-friends

Niente panico dunque, basta rimanere aggiornati ed aver chiara quale sia la miglior soluzione per voi.
Londra è una città meravigliosa e sarà tranquillamente possibile visitarla in futuro, indipendentemente dalla Brexit.
Preparate i vostri bagagli allora, e date un’occhiata a WorldNomad. Un preventivo non costa nulla!

Buona Londra!

Questo articolo contiene affiliate links. Cosa significa? Che se clicchi sul link avremo entrambi dei vantaggi. Carino no?

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *