This Giorgio

Ricordo questo evento come se fosse ieri: circa un anno fa vivevo a Brighton, mi ero appena trasferito dopo aver passato diversi anni a Londra.
Mi sentivo disorientato, tutte le certezze che avevo avuto fino a quel momento si erano sfaldate una dopo l’altra ed ero stato costretto ad iniziare la mia vita nuovamente da capo.
Un giorno mi chiamarono per un colloquio di lavoro riguardo la posizione di manager in un negozio di articoli vintage.

Mi vestii bene, con una camicia e dei pantaloni anni 60, niente cravatta. Durante tutto il colloquio avevo l’impressione di tenere in pugno tutte le sei persone che stavano esaminando la mia candidatura. Come ultima domanda del colloquio, l’area manager dei negozi della catena mi chiese : “ Come ti vedi tra dieci anni?”.

Non era la prima volta che mi veniva posto quel quesito durante un colloquio. Respirai profondamente, immaginando cosa si aspettassero che io rispondessi.
Guardai negli occhi tutte le persone nella stanza, poi chiesi loro se potevo rispondere sinceramente alla domanda.
Annuirono.

La verità è – risposi – che non è possibile per nessuno indovinare cosa succederà tra dieci anni, o tra cinque, o tra qualche mese. La vita è imprevedibile ed il futuro in costante cambiamento. Abbiamo l’illusione del controllo sulle nostre vite ma in realtà basta un piccolo cambiamento, un’inezia, che tutto può muoversi nella direzione opposta.

My Story Lomography 1024x1024

Qualche giorno dopo ricevetti un e-mail che diceva che avevano scartato la mia candidatura ma all’ultimo paragrafo c’era una postilla dell’area manager, che diceva “Nota personale, è stato un piacere incontrare un essere umano come te.”

Un anno dopo quel colloquio ho vissuto nuovamente a Londra, per poi tornare in Italia, trasferirmi in Svezia e dare inizio a qualcosa che ho sempre sognato: vivere la vita secondo le mie regole, con al mio fianco la ragazza che conobbi proprio a Brighton, e che cambiò la mia vita per sempre.

Giorgio.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial